Statisticamente quanti uomini colpisce? E in che età?

Condizionata da fattori ereditari, la caduta dei capelli nell’uomo può manifestarsi già a partire dai 17 anni.

Statisticamente colpisce:

  • il 30% degli uomini di 30 anni
  • il 40% degli uomini di 40 anni
  • il 50% degli uomini di 50 anni

All’età di 80 anni, le statistiche diventano ancora più forti, infatti l’80% delle persone soffre di questo problema.

Cause

Le cause più comuni sono:

  • Genetica. Di solito è attivata partire da geni ereditati, pertanto se hai parenti che ne soffrono è probabile che ne soffrirai anche tu.
  • Caduta stagionale. Generalmente in autunno colpisce quasi tutti.
    Non deve destare preoccupazioni: può essere infatti causata dalle aggressioni estive come sole e vento che indeboliscono i bulbi rendendoli meno attivi.
  • Problemi medici come anemia, disfunzioni tiroidee, o una dieta povera di ferro e proteine possono essere causa di perdita.
    Anche l’assunzione di alcuni farmaci, radiazioni e chemioterapie inducono questo effetto indesiderato. In tal caso tuttavia i capelli ricrescono dopo qualche tempo.
  • Stress, fumo e alcool. Recenti studi hanno dimostrato che lo stile di vita ha un forte impatto sulla salute fisica e, per estensione, sulla salute dei capelli.
    Una perdita di peso improvvisa o eccessiva, un grave shock fisico o emotivo o un intervento chirurgico possono portare alla caduta dei capelli, così come il consumo eccessivo ed a lungo termine di alcool può contribuire alla loro debolezza e diminuzione.
    I capelli sono costituiti dal 65% al ​​96% di cheratina, una proteina sintetizzata da alcuni amminoacidi presenti nel fegato. Il danno a questo organo interferisce con questo processo e influisce sulla crescita dei capelli.
  • Sistema immunitario. Se si verifica un’improvvisa perdita di capelli con macchie rotonde che lascia macchie calve rotonde delle dimensioni di un quarto in vari punti della testa, si può avere una condizione genetica chiamata alopecia areata, che di solito inizia in giovane età. In cosa consiste? I linfociti, le cellule responsabili della difesa immunitaria attaccano  i follicoli piliferi e li distruggono lentamente.
Conseguenze estetiche e psicologiche

La perdita di capelli è uno stress che agisce in modo pesante sull’autostima delle persone, sulla fiducia e sulla percezione di sé.

Dal punto di vista estetico i capelli sono una parte del corpo che si presta alla possibilità di essere modificata secondo i propri gusti e il proprio stile. I capelli possono essere tagliati, colorati, modellati a seconda delle preferenze: questo li rende una forma di espressione di noi stessi. Per questo la perdita dei capelli viene vista come una limitazione alla propria comunicazione: da questo stato può sorgere ansia e, nei casi più gravi, vere e proprie forme depressive.

Chi ha a che fare con una perdita di capelli in molti casi subisce le conseguenze nei rapporti con gli altri: ci si sente infatti meno attraenti e diminuisce la sicurezza di sé. Ciò influisce non solo sulla sfera relazionale di una persona, ma anche su quella lavorativa, dove la sicurezza di sé gioca un ruolo fondamentale.

I giovani sono la categoria di persone che maggiormente fatica ad accettare questo fenomeno, in quanto si trovano in un’età psicologicamente in costruzione. Tuttavia le implicazioni psicologiche colpiscono in modo indistinto anche ad età più avanzate.

Per combattere la calvizie, il primo passo è il tricotest®!
Da questa valutazione, sulla base delle esigenze del paziente, il professionista KIBA HAIR® mostrerà le soluzioni da intraprendere.

Quanto costa il tricotest®?

Nulla, è gratis!

Quando lo facciamo?

Martedì 5 ottobre

Dove lo facciamo?

Dove Siamo? A Loano in via Azzurri d’Italia 15

Compila il form per prenotare la tua visita o chiedere informazioni

    Desideri essere aggiornato sulle nostre Novità ? Iscriviti alla nostra newsletter ! Informativa di iscrizione alla newsletter

    Tutti i campi con * sono considerati obbligatori.

    OPEN DAY PRO HAIR: IL PRIMO PASSO PER RITROVARE IL PIACERE DI PIACERSI!

    gtag('config', 'AW-672541331');