Endodonzia

Endodonzia è la branchia dell’odontoiatrica che si occupa del trattamento, della diagnosi e della cura delle patologie, della polpa dentale e dei canali radicolari.

Se un dente, nello specifico il nervo, subisce dei danni a causa di una carie profonda o un trauma, la polpa dentale viene danneggiata e quindi, di conseguenza, deve essere asportata attraverso la devitalizzazione, terapia che consiste nella ripulitura dei canali radicolari con l’utilizzo di appositi strumenti e sotto anestesia locale.

Devitalizzare significa detergere e disinfettare i canali del dente e procedere con la chiusure degli stessi con un materiale apposito non riassorbibile.

Un dente va devitalizzato, oltre che per eventuali problemi protesici (capsule, ponti, …), quando fa male con stimolo termico (caldo/ freddo) o pressorio (masticazione).

Prima di procedere, è fondamentale avvalersi di strumenti di diagnostica per immagini, in particolare delle radiografie, per accertare lo stato di salute del dente e studiare il miglior processo di azione.

Un’adeguata cura delle patologie della polpa dentaria consente la guarigione di lesioni di notevole entità anche senza intervento chirurgico ed è garanzia di durata dei lavori protesici successivi.