Chirurgia Maxillo Facciale

Gli interventi di chirurgia maxillo-facciale riguardano viso, collo, bocca e mascella. Si tratta di un ramo che sta tra la medicina e l’odontoiatria, in quanto richiede competenze in entrambi i campi. Questo tipo di chirurgia può essere considerata come una pratica eseguita al fine di migliorare la salute del paziente oppure come una procedura estetica che ha lo scopo di modificare l’aspetto e la simmetria del viso.

Cos’è

Si distinguono vari tipi di interventi di chirurgia maxillo-facciale a seconda del problema da risolvere e del risultato che si vuole ottenere. Ci sono, ad esempio, quelli di odontoiatria chirurgica, che si eseguono per correggere casi di malocclusione, per rimuovere cisti dentali o per inserire impianti dentali. Altri, invece, si eseguono nel caso di traumi e lesioni al viso, di problemi alle ghiandole salivari, di tumori alla testa, viso e collo, di malformazioni facciali.

Come si esegue

Molti interventi di chirurgia maxillo-facciale investono la complessa ricostruzione del viso e della mascella, con il coinvolgimento di nervi importanti. Il lavoro si esegue sia su tessuti molli, come muscoli e cute, che su quelli duri, come le ossa. Prima di decidere come intervenire, viene fatta una accurata diagnosi del problema. Il paziente viene, dunque, sottoposto a radiografie, Tac e risonanza magnetica, dopodiché si procede con anestesia. Le modalità di intervento variano da caso a caso. Talvolta vengono utilizzate delle protesi agli zigomi o al mento, oppure viti e placche metalliche. Se si tratta, invece, di odontoiatria chirurgica, vengono incise le gengive per l’inserimento degli impianti dentali.

Risultato

Gli interventi di chirurgia maxillo-facciale, se eseguiti da professionisti del settore, portano a dei risultati davvero sorprendenti. Essi si propongono di correggere l’aspetto del volto, danneggiato in seguito ad un infortunio, una malattia o una deformazione. Le anomalie riguardanti il viso di una persona possono essere devastanti e spesso influenzano notevolmente la qualità della vita. Avere un difetto fisico può essere motivo di imbarazzo, può portare ad una bassa autostima e nel peggiore dei casi alla depressione. La chirurgia maxillo-facciale ha l’obiettivo primario di ripristinare i tessuti difettosi o danneggiati ed offre una soluzione per tutti quei pazienti che soffrono di qualche anomalia. Inoltre fornisce la possibilità di migliorare non solo l’aspetto esteriore, ma anche la vita sociale.

Altre informazioni

Grazie alle nuove tecnologie 3D è possibile diagnosticare potenziali problemi in modo più accurato e fornire, di conseguenza, un trattamento senza precedenti. A differenza degli esami tradizionali, il sistema 3D fornisce precise immagini digitali, riducendo al minimo l’esposizione alle radiazioni. Questa tecnologia rappresenta un grande passo avanti, se si pensa che gli interventi di chirurgia maxillo-facciale verranno eseguiti con maggiore sicurezza e professionalità. Qualsiasi sia il ramo di chirurgia, una diagnosi di questo tipo offre la possibilità di visualizzare in maniera precisa tutti i dettagli anatomici. Questo metodo aiuta a migliorare la pianificazione del trattamento, a capire meglio i particolari di ogni caso e a fornire precise risposte ai pazienti. E’ utile ricordare che, come per tutti i tipi di interventi chirurgici, bisogna affidarsi sempre a professionisti con anni di esperienza alle spalle. Con un chirurgo altamente rispettato, il tasso del successo dell’operazione è alto e diminuisce il rischio di ottenere cattivi risultati.