Senologia
Perché eroghiamo questo servizio?

Come il Fondatore della Senologia, disse:

“Poiché il seno rappresenta l’immagine e la proiezione della donna nella sua totalità,
poiché la cancerologia mammaria è la nutrice di ogni cancerologia in generale,
poiché il seno è un testimone e forse una vittima di questa società,
la senologia deve essere considerata la più umana delle discipline.”

Charles Marie Gros (1910 – 1984)

Quali sono le principali problematiche che colpiscono il seno?
  • Mastopatia Fibrocistica
  • Fibroadenoma
  • Mastite (infezione della mammella)
  • Malattie del capezzolo
  • Secrezioni dal capezzolo
  • Tumore maligno del seno
  • Ascesso mammario
  • Galattocele
Se sei una donna e hai più di 20 anni, ecco cosa ti consigliamo di fare:

Una tecnica che va effettuata una volta al mese (tra il 7° e il 14° giorno del ciclo mestruale, è consigliato fissare un giorno stabile, se il ciclo è regolare). Consiste in due fasi: l’osservazione e la palpazione vera e propria.

Osservazione:
Mettiti davanti a uno specchio, con il busto eretto, le spalle rilassate e le braccia lungo i fianchi, per osservare la forma del seno e del capezzolo, sia davanti sia dai due lati. L’osservazione va ripetuta con le braccia alzate stese e poi piegate (unendo le mani davanti alla fronte, contraendo i muscoli pettorali). Presta attenzione a:

  • Cambiamenti nelle dimensioni, nei contorni o nella posizione del capezzolo;
  • Noduli nuovi ed evidenti (tenendo presente che il seno è per sua natura nodulare e che, nove volte su dieci, i noduli non sono preoccupanti);
  • Ispessimenti, raggrinzamenti o avvallamenti della cute;
  • Vene in rilievo;
  • Infiammazioni o eruzioni cutanee;
  • Perdita di sangue o di liquido dal capezzolo (in particolare se da uno solo dei due);
  • Strane sensazioni (specialmente se riguardano un solo seno).

Auto-palpazione:
Alza il braccio corrispondente al seno da esaminare. Palpa Il seno con la parte interna dei polpastrelli, partendo dal cavo ascellare ed esegui piccoli movimenti circolari, disegnando una spirale (dall’esterno verso il capezzolo), poi muovi la mano dall’alto verso il basso (come seguendo una serpentina) e, ancora, in senso radiale (dall’esterno verso il capezzolo, disegnando una sorta di stella). Infine fai una leggera pressione intorno all’areola e sul capezzolo per evidenziare eventuali secrezioni.
Controllati anche in posizione supina, con il braccio corrispondente al seno da esaminare in alto, piegato dietro la testa.

Hai notato dei sospetti? Ecco cosa ti consigliamo di fare:

Rivolgiti al Senologo.
Ma non dimenticare l’importanza di adottare un corretto stile di vita composto da:

  • Alimentazione Corretta;
  • Regolare Esercizio Fisico;
  • Evitare cattive abitudini come il fumare o il consumo eccessivo di alcolici.

Sane abitudini abbassano la comparsa di un cancro su 3!

Quali benefici otterrai dalla Visita Senologica?

Otterrai informazioni sulle caratteristiche del seno.
Potrai sapere in anticipo se hai problematiche al seno quali noduli, secrezioni del capezzolo, infiammazioni o stati dolorosi.

L’obiettivo di questa valutazione è quello di accertare o escludere la presenza di eventuali patologie che interessano il Tuo Seno.

Questa Visita Medica è indicata anche in tutti i casi in cui siano evidenti o palpabili formazioni nodulari all’auto esame del seno.
Insieme ad altre valutazioni mediche, la Visita Senologica contribuisce alla diagnosi precoce del tumore alla mammella.

A chi è consigliata la Visita Senologica?

A tutte le donne di qualsiasi età per motivi di prevenzione, in caso di familiarità e sintomi sospetti e alle pazienti con patologie che interessano il seno che hanno già ricevuto una diagnosi precisa, in modo da monitorare il decorso delle stesse condizioni e l’efficacia del trattamento alle quali sono state sottoposte.

Come ci si prepara alla Visita Senologica?

Non sono previste norme di preparazione.
Ti raccomandiamo di portare però tutti gli esami eventualmente prescritti dal medico di base e tutta la documentazione eventualmente già in tuo possesso inerente all’eventuale problema senologico.

Come si esegue?

La visita, completamente indolore, è realizzata senza l’ausilio di particolari strumenti.

Prevede due fasi:

Fase 1: Anamnesi:

Il Senologo si occupa della raccolta dei dati e delle informazioni che potranno essere utili a formulare la diagnosi finale. Lo specialista chiederà:

  • Storia clinica: regolarità del ciclo mestruale e/o inizio della menopausa, precedenti gravidanze, uso di farmaci (ormonoterapia compresa), pregresse patologie del seno ed eventuale familiarità positiva per il carcinoma della mammella (precedenti casi di tumore in famiglia).
  • Abitudini e stile di vita: regime dietetico, indicazione del livello di attività giornaliero (o tendenza alla sedentarietà), dipendenza da fumo e consumo di alcool.

In questa prima fase, lo specialista prende in considerazione anche tutta la documentazione degli esami precedentemente svolti.

Successivamente, vengono valutati i sintomi riferiti dalla paziente, come tumefazione, dolore, prurito, eczemi, alterazioni cutanee e fuoriuscita di liquido dal capezzolo.

Fase 2: Osservazione e palpazione

Terminata l’anamnesi, il Senologo procede con l’esame clinico basato sull’osservazione e sulla palpazione accurata di entrambe le mammelle. In pratica, il medico compie tutti quei gesti che ogni donna dovrebbe eseguire mensilmente nel corso dell’autopalpazione:

  • Ispezione: la paziente è seduta e viene osservata in diverse posizioni, analizzando la forma, le dimensioni, la simmetria e il profilo di entrambi i seni.
  • Palpazione: in questa fase dell’esame clinico, si palpano entrambe le mammelle, i prolungamenti ed i cavi ascellari, i solchi sottomammari e le fosse sopra e sottoclaveari. La paziente viene esaminata prima da seduta, poi nella posizione supina. Con manovre delicate che prevedono l’uso delle dita o dell’intero palmo della mano, lo specialista è in grado di valutare la temperatura della cute e di rilevare, in alcuni casi, la presenza di edema (eccesso di liquidi nei tessuti) o di noduli. La visita viene completata con la palpazione del capezzolo e dell’areola, per la valutazione di ispessimenti e/o nodularità. Con una delicata spremitura del capezzolo si può mettere in evidenza un’eventuale secrezione.
Cosa può fare il Senologo per Te?

Chiedi al Senologo di insegnarti ad eseguire in modo corretto tutti i movimenti dell’auto-palpazione.

In base a ciò che riscontra, il Senologo può formulare una diagnosi e prescrivere la terapia a te più adeguata e, in base al sospetto diagnostico, chiedere altri esami per approfondimenti come, ad esempio, l’ecografia mammaria, la mammografia e la biopsia, utili nella caratterizzazione delle lesioni benigne, come cisti e fibroadenomi, e dei tumori maligni. Tutto serve a inquadrare la situazione e stabilire il percorso diagnostico-terapeutico più adeguato al caso.

Quanto dura?

La visita dura 20 minuti ca.

La visita ha una periodicità?

Sì, la Visita Senologica è a cadenza annuale.

Noi del Sangiovanni Centri Medici ti ricorderanno il momento in cui rinnovare la Visita Medica.

Che cos è allora la Visita Senologica?

La Visita Senologica è un esame clinico completo del seno effettuato dal Medico Senologo.

I nostri Valori:
  • Prevenzione
  • Cura
  • Guarigione
  • Controllo periodico delle nostre Pazienti attraverso il monitoraggio dei risultati ottenuti
Il nostro Sogno:

Contribuire efficacemente a diminuire in maniera significativa l’incidenza delle problematiche al seno, dalle più lievi alle più gravi.

La nostra Missione:

Migliorare la Qualità di Vita delle nostre Pazienti migliorando la loro Salute.

Dove siamo? A Loano in via Azzurri d’Italia 15.

“Se i bambini hanno l’abilità di ignorare tutte le probabilità e le percentuali, allora io – tutti noi – possiamo imparare qualcosa da loro. Se ci pensi, quale altra opzione abbiamo a disposizione se non sperare. In quella situazione, tutti abbiamo due opzioni, dal punto di vista medico ed emotivo: mollare o combattere forte.”

Lance Armstrong

Scopri chi è il Medico Senologo

Dott. Carlo Marco Rossetti

Rossetti

Visualizza l’Attestato rilasciato dal Prof. Umberto Veronesi

  • Socio dal 1986 della Lega Italiana per Lotta contro i Tumori LILT Italia:
  • Consulente Senologo presso la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori delle provincie di Milano, Lodi e Como.
  • Socio dal 2008 dell’Associazione Nazionale Italiana Senologi Chirurghi ANISC Italia.
  • Dal 1989 al 1996 è stato Membro della segreteria Scientifica e responsabile della raccolta dati clinici del Registro Italiano delle Poliposi Coliche Familiari e coeditore del periodico News Letter.
  • Autore e coautore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali.
  • Autore e coautore di comunicazioni scientifiche a congressi nazionali e internazionali su argomenti di oncologia chirurgica.

Visualizza il suo Curriculum qui sotto

Titoli di studio
  • 1985: Laurea in Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Milano.
  • 1988-1989: titolare di una borsa di studio AISTOM per l’attuazione e la gestione di un Registro Nazionale delle Poliposi Coliche Femorali presso Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
  • 1989-1991: titolare di una borsa di studio biennale INT-AIRC presso Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
  • 1990: Specializzazione in Chirurgia dell’Apparato Digerente ed Endoscopia Digestiva, Università degli Studi di Milano.
  • 1994: Specializzazione in Oncologia Diagnostica, Generale e Preventiva, Università degli Studi di Parma.
Esperienze professionali
  • 1985-1996: Collaborazione presso Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
    Collaborazione con la Divisione di Oncologia Chirurgica A, diretta dal Prof. Leandro Gennari, occupandosi di malattie neoplastiche del tratto digerente e di patologia mammaria.
  • 1996-2000: Assistente presso Unità Operativa di Chirurgia Generale diretta dal Prof. L. Gennari, Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI).
  • 2001-2009: Aiuto di Chirurgia Generale presso l’Unità Operativa di Chirurgia Generale ad indirizzo oncologico diretta dal Dott. Doci, Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI).
  • Dal 2010: Aiuto presso Unità Operativa di Senologia diretta dal Dott. Tinterri, Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI).
  • Dal 2013: collaborazione con Sangiovanni Centri Medici.

Forse ti potrebbero anche interessare:

Obiettivo Donna

Promozione obiettivo donna

Open Day Medicina Estetica

Promozione open day medicina estetica