SG MDL

Servizio rivolto a Tutte le Aziende che hanno Dipendenti

Perché abbiamo deciso di fornire questo servizio?

L’economia è composta da tante piccole, medie e grandi Imprese. All’interno di ciascuno Impresa ci sono soltanto 2 tipologie di attori che hanno la funzione di portarla avanti: il Datore di Lavoro e il Lavoratore Dipendente.

Dal 1996 forniamo la Medicina del Lavoro, un Soluzione che sotto il profilo Medico e legislativo, Tutela e Soddisfa i bisogni di entrambe le parti:

  1. Datore di Lavoro: poiché trattasi di un obbligo di legge previsto dal D.Lgs. 81/08, vogliamo fornire un servizio Rapido, tempestivo e Conveniente a tutti i Datori di Lavoro che hanno Lavoratori Dipendenti sottoposti a fattori di rischio.
  2. Lavoratore Dipendente: per Tutelare la Salute dei Dipendenti anche all’interno del luogo di Lavoro in un’ottica di Prevenzione e riduzione dei rischi.
Quali sono i possibili rischi che possono correre i Lavoratori di un’Azienda?

A seconda dell’attività economica esercitata, i Lavoratori possono essere esposti a:

  • amianto;
  • rischio di alcol dipendenza e tossicodipendenza;
  • atmosfere esplosive;
  • atmosfere iperbariche;
  • rischio biologico;
  • campi elettromagnetici;
  • rischi cancerogeni e mutageni;
  • rischio chimico e dermatologico;
  • rischio chimico respiratorio;
  • infrasuoni;
  • Lavoro notturno;
  • Lavori in quota;
  • microclima severo;
  • movimentazione manuale dei carichi;
  • polveri;
  • posture incongrue;
  • radiazioni ionizzanti;
  • radiazioni ottiche artificiali;
  • radiazioni ultraviolette Naturali;
  • rumore;
  • silice libera cristallina;
  • sovraccarico biomeccanico degli arti superiori;
  • ultrasuoni;
  • vibrazioni Corpo intero;
  • vibrazioni mano braccio;
  • rischio videoterminale.
Come agire quindi? Ecco le soluzioni:

Ci sono gli obblighi non delegabili del Datore di Lavoro:

  1. dopo aver valutato i rischi, elaborare il documento di valutazione dei rischi;
  2. designare il responsabile del servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi RSPP.

E altri obblighi che possono essere delegati:

  • elaborazione del DUVRI;
  • convocare la riunione periodica;
  • fornire ai Lavoratori i necessari dispositivi di Protezione individuale;
  • informare e formare i Lavoratori sulla Sicurezza Aziendale;
  • informare il più presto possibile i Lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e Immediato;
  • designare gli Addetti alle emergenze quali Primo Soccorso Aziendale e Prevenzione incendi;
  • nominare il rappresentante de Lavoratori per la Sicurezza RLS;

Infine nominare il Medico Competente designato ad effettuare la sorveglianza Sanitaria all’interno della Tua Azienda, e su questo possiamo darti il nostro Aiuto.

Quali Benefici riceverai dalla Sorveglianza Sanitaria ?

Attraverso il protocollo Sanitario definito in funzione dei rischi specifici, la Sorveglianza Sanitaria ha l’obiettivo di:

  1. valutare eventuali condizioni proprie del Lavoratore che ne diminuiscono la tolleranza al fattore di rischio;
  2. valutare eventuali condizioni patologiche extralavorative suscettibili di aggravamento a causa del fattore di rischio;
  3. valutare l’insorgenza di segni e sintomi precoci di patologia professionale in conseguenza dei quali il Medico Competente provvede alla denuncia di malattia professionale;
  4. stimare l’accuratezza della valutazione dei rischi e l’efficacia delle misure di prevenzione adottate tramite l’anamnesi professionale del Lavoratore.
A Chi è rivolta la sorveglianza Sanitaria?

A tutte le Imprese aventi Dipendenti sottoposti a uno o più rischi professionali.

Chi è il Medico Competente?

È il Medico in possesso di specifici titoli e dei requisiti formativi e professionali che collabora con il Datore di Lavoro ai fini della valutazione dei rischi ed è nominato dallo stesso per effettuare la Sorveglianza Sanitaria e per tutti gli altri compiti relativi alla salute ed alla sicurezza nei luoghi di lavoro.
I titoli previsti dalla legge sono rappresentati dalla specializzazione o dalla docenza in Medicina del Lavoro.
Possono svolgere tale funzione anche i Medici Specialisti in Igiene e Medicina Legale purché in possesso di un apposito ulteriore corso di formazione nelle disciplina.
Il Medico Competente istituisce, aggiorna e custodisce una cartella sanitaria e di rischio per ogni lavoratore sottoposto a Sorveglianza Sanitaria.

Cos’è il protocollo Sanitario

È un documento contenente le Visite Mediche, gli esami clinici e biologici e altri accertamenti diagnostici mirati al rischio ritenuti necessari dal Medico Competente al fine di Garantire la Protezione Sanitaria dei Lavoratori nei confronti del rischio Lavorativo.

Come sono strutturate le Visite Mediche?

Visita Medica Preventiva: può essere effettuata in fase preassuntiva e ha la funzione di valutare lo Stato di Salute e constatare l’assenza di controindicazioni al Lavoro cui il Lavoratore è destinato al fine di valutare la sua Idoneità alla mansione specifica.

Visita Medica per cambio mansioni: viene effettuata prima del cambio di mansione per escludere controindicazioni all’esposizione ai rischi propri della nuova attività alla quale il Lavoratore è destinato.

Visita Medica su richiesta del Lavoratore: Visita straordinaria che il Lavoratore può richiedere in qualunque momento. Sarà effettuata dal Medico Competente qualora la ritenesse correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di Salute, suscettibili di peggioramento a causa dell’attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica.

Visita Medica alla ripresa del Lavoro dopo una lunga assenza: Visita Medica che viene effettuata obbligatoriamente a seguito di assenza per motivi di Salute di durata superiore ai 60 giorni continuativi, al fine di verificare l’idoneità alla mansione. La Visita Medica viene effettuata il giorno stesso del rientro prima di riprendere l’attività.

Trattasi di Visite Mediche non invasive. Durante l’effettuazione della Visita Medica il Lavoratore non risconterà alcun dolore.

Come viene effettuata la Visita Medica?

La Visita Medica prevede anamnesi ed esame obiettivo con eventuali esami strumentali.

Per ogni Lavoratore sottoposto a Sorveglianza Sanitaria, il Medico Competente istituisce la relativa Cartella Sanitaria e di Rischio, che viene custodita direttamente da quest’ultimo dall’atto della sua Nomina (art. 25 comma 1, D.Lgs. 81/08).

La cartella comprende sinteticamente:

  • dati anagrafici;
  • anamnesi;
  • mansione svolta;
  • fattori di rischio;
  • esiti della Visita;
  • esami obiettivo;
  • esiti degli esami strumentali;
  • eventuali provvedimenti del Medico Competente;
  • giudizio di idoneità alla mansione;
  • scadenza della Visita Medica successiva;
  • data e firma del Medico Competente.
Quali sono gli eventuali esami strumentali a cui può essere sottoposto il Lavoratore?

Spirometria: esame avente la funzione di misurare la capacità polmonare e lo Stato di Salute dell’apparato respiratorio del Paziente.
Viene effettuato a tutti i Lavoratori come Muratori, Falegnami, Cuochi, Agricoltori, esposti a polveri, materiali fini ed agenti nocivi che possono danneggiare la vie respiratorie.

Audiometria: esame finalizzato a valutare la capacità uditiva del Lavoratore ed eventuali problemi uditivi. Viene effettuato a tutti i Lavoratori esposti a rumore come Falegnami, Fabbri, Muratori.

Prove vestibolari: serie di esami che valutano la capacità di Equilibrio del Lavoratore attraverso la stimolazione degli organi interni dell’orecchio.
Viene effettuato a Lavoratori che presentano sindromi vertiginose o episodi di sordità.

Screening Visivo: esame finalizzato a valutare la capacità visiva del Lavoratore determinando la mobilità oculare, il campo visivo, ….
Viene effettuato a Lavoratori come Videoterminalisti, Disegnatori, Impiegati che stanno più di 20 ore alla settimana davanti al PC.

Test screening tossicodipendenze:
esame effettuato sulle urine del Lavoratore volto ad accertare l’assenza di sostanze psicotrope e stupefacenti.
Viene effettuato a Lavoratori come Carrellisti addetti alla guida di carrelli elevatori e Trasportatori con patente di tipo C al fine di evitare incidenti stradali, ribaltamenti e investimenti.

Accertamento alcool dipendenza: test etilometrici e questionari volti ad accertare l’assenza di condizioni di alcool dipendenza per abbassare il rischio di infortuni sul Lavoro e Tutelare la Sicurezza e la Salute di Terzi.
Viene effettuato a Lavoratori come Trasportatori, Autisti e Infermieri.

Visita della colonna vertebrale: esame volto ad accertare Postura ed eventuali patologie da sovraccarico nei confronti del rachide.
Viene effettuato ai Lavoratori sottoposti alla movimentazione manuale dei carichi come Muratori, Fabbri, Agricoltori.

Cos ‘è il giudizio di idoneità

Il giudizio di idoneità è il documento conclusivo della Visita Medica che viene espresso per iscritto e consegnato al Datore di Lavoro.

Il Giudizio di Idoneità è nelle seguenti forme:

  1. Idoneità piena;
  2. Idoneità con prescrizioni o limitazioni temporanee o permanenti;
  3. Non Idoneità temporanea o permanente.

Il Lavoratore può presentare ricorso contro il Giudizio entro 30 giorni all’Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di Lavoro (PSAL) delle ASL del territorio di competenza ai sensi del comma 9 dell’art. 41 del D.Lgs. 81/08.

Dal giudizio di idoneità il Datore di Lavoro deve attuare le misure indicate dal Medico Competente e, in particolare, nell’affidare i compiti ai Lavoratori, tenere conto delle capacità e delle condizioni degli stessi in rapporto alla loro Salute e alla Sicurezza.

Qualora il certificato preveda un’inidoneità alla mansione specifica, il Lavoratore dovrà essere adibito, ove possibile, a mansioni equivalenti o a mansioni inferiori garantendo il trattamento corrispondente alle mansioni di provenienza.

Il Datore di Lavoro deve fornire ai Lavoratori i dispositivi di Protezione individuali necessari, compresi quelli particolari eventualmente prescritti dal Medico Competente.

I Lavoratori, per i quali vige l’obbligo di Sorveglianza Sanitaria, non possono essere adibiti alla mansione lavorativa senza il giudizio di idoneità.

E inoltre, se sei Titolare di un’Azienda con più di 15 Dipendenti:

In base all’art. 35 D.Lgs. 81/08, vige l’obbligo di indire solo una volta all’anno una riunione per discutere dei problemi inerenti la Sicurezza Aziendale. Oltre al Datore di Lavoro, alla riunione parteciperanno:

  • il RSPP;
  • il RLS,
  • il Medico Competente.

Durante la riunione:

  • si aggiornerà eventualmente il documento di valutazione dei rischi;
  • si verificherà l’andamento degli infortuni e delle malattie Professionali redigendo anche codici di comportamento e Buone prassi per Prevenirli.
  • si verificherà l’andamento della sorveglianza Sanitaria;
  • i dispositivi di Protezione individuale verranno controllati nelle loro caratteristiche tecniche ed efficacia riscontrata;
  • si valuteranno i programmi di informazione e formazione dei Dirigenti, dei Preposti e dei Lavoratori ai fini della loro Sicurezza e Protezione della loro Salute;
  • possono essere anche stabiliti obiettivi di Miglioramento della Sicurezza complessiva sulla base delle linee guida impostate.

Al termine della riunione, il Medico Competente rilascerà un verbale.

Cosa fa il Medico Competente per Te Datore di Lavoro?

Ai sensi dell’art. 25 D.Lgs. 81/08, il Medico Competente:

  • collabora assieme a Te e al servizio di Prevenzione e Protezione alla valutazione dei rischi, firmando l’apposito documento;
  • fornisce informazioni ai Lavoratori e ai rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza;
  • comunicherà per iscritto a Te, al RSPP ed al RLS, i risultati della sorveglianza Sanitaria;
  • programma il Controllo dell’esposizione ai rischi dei Lavoratori;
  • effettuerà il sopralluogo domiciliare una volta all’anno.
La Visita Medica deve essere periodica?

Sì. La Visita Medica viene rinnovata secondo le scadenze previste dal protocollo sanitario o diversamente individuate da eventuali prescrizioni nel giudizio di idoneità.

Cosa possiamo fare noi per Te Datore di Lavoro?

Noi del Sangiovanni Centri Medici del Lavoro ti ricorderemo il momento in cui i Lavoratori dovranno rinnovare la Visita Medica.

Se nella Tua Azienda vi è un apposito spazio, possiamo programmare le Visite Mediche direttamento presso il Tuo Domicilio senza addebito di spese di trasferta.

Inoltre:

  • con la collaborazione del Medico Competente programmeremo la sorveglianza Sanitaria;
  • custodiremo le cartelle Sanitarie dei Lavoratori;
  • nel caso terminasse il rapporto di Lavoro con un Dipendente, assieme al Medico Competente, ti consegneremo la cartella Sanitaria di rischio.
Quanto costa aderire al nostro servizio di Medicina del Lavoro?

Per questo abbiamo Creato il programma in Promozione Illimitata Diamo una Mano alle Imprese. Se Desideri saperne di più a seconda dell’Impresa che porti avanti, clicca qui (link a DIAMO UNA MANO ALLE IMPRESE).

Cos’è la Medicina del Lavoro?

Regolata dal D.Lgs. 81/2008 s.m.i., è la branca della Medicina che comprende l’insieme degli atti medici finalizzati alla Tutela dello Stato di Salute e Sicurezza dei Lavoratori, in relazione all’Ambiente di Lavoro, ai fattori di rischio e alle modalità di svolgimento dell’attività Lavorativa. La Sorveglianza Sanitaria prevede altresì il Sopralluogo Domiciliare e la Riunione Periodica.

Dove siamo? A Loano e a Cairo Montenotte

Massimiliano Masuri

nato il 02/10/1976

  • 1992 – 1994: Odontotecnico presso Laboratorio M. Pastor, Genova
  • 2005: Medico presso rep. Medicina Interna III D.I.S.E.M. Osp. San Martino, Genova
  • 2005 – 2017:
  • Medico Competente presso Fincantieri Spa, Ansaldo Energia, T.A.R. Liguria, Consolato Generale d’Italia a Londra, Agenzia delle Dogane e Monopoli Liguria.
  • Medico di fabbrica presso Piaggio Aero Industries
  • Medico presso Banca di Roma, Genova
  • Collaborazioni / prestazioni mediche per conto Carige e Fondazione Carige
  • Sostituto Medici di Medicina Generale
  • Guardia Medica – Servizio di Continuità Assistenziale presso diversi Poli dell’ASL 3 Genovese
  • Medico di guardia presso Colonia della Saute C. Arnaldi, Uscio
  • Medico di Guardia presso diverse Comunità terapeutiche e RSA in Liguria e Piemonte
  • Medico prelievista presso ASL 3 Genovese e laboratori convenzionati

Dal 2009:
docente in corsi per lavoratori incaricati delle misure di Primo Soccorso ai sensi del D.M. 388\2003
Attualmente:

  • Medico competente presso:
    ASL 4 Chiavarese
    Banca Carige, Liguria
    Ministero della Giustizia, Genova
    A.N.C.I. Liguria
    Cantieri T. Mariotti
    Gruppo Sogegross, Basko, Nume
    Otis Elevator Company
    Realtà Artigiane e dei Servizi in Liguria, Piemonte, Lombardia
  • Collaborazioni / prestazioni mediche per conto Provv. Opere Pubbliche, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
  • Medico del Lavoro presso:
    Safety Management
    Labormed Group
    Health Service
    DGP Srl
    Sangiovanni Centri Medici del Lavoro

Dott.ssa Francesca Maria Bersi

Nata il 18/04/1985

  • 2004: Diploma di Liceo Scientifico con votazione 92/100 c/o il Liceo Scientifico Statale B. Pascal Ovada (AL)
  • 2004-2012: Corso di Laurea specialistica in Medicina e Chirurgia presso Università degli Studi di Genova Laurea conseguita il 19/03/2012 con votazione 100/110 con discussione di tesi dal titolo: Screening dell’OSAS nei lavoratori ad alto rischio di infortunio od incidente stradale: uno studio Multicentrico Italiano
  • 2012: Iscrizione all’Ordine dei Medici di Genova al n°15923
  • 2013: Concorso di ammissione per titoli ed esami alla Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro dell’Università degli Studi di Torino vincitrice del contratto di Medico in Formazione Specialistica in frequenza presso la scuola aggregata dell’Università di Genova
  • 2012-2013: Medico docente di Primo Soccorso Aziendale DM 388/03 e smi presso Confartigianato Alessandria
  • 2013-2017: Medico Chirurgo in formazione presso la Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro
    Specializzazione in Medicina del Lavoro conseguita il il 10 Agosto 2017 presso l’Università degli studi di Torino con votazione 70/70.
  • Nell’ambito del tirocinio professionalizzante presso la suddetta Scuola sono state espletate le seguenti attività:
    – Supporto alle attività di sorveglianza sanitaria secondo D.Lgs 81/2008 e s.m.i. presso l’UOS Sorveglianza Sanitaria dei Lavoratori 2, UO Medicina del Lavoro, Ospedale Policlinico San Martino e l’ambulatorio di Sorveglianza Sanitaria Universitario dell’Università degli Studi di Genova.
    -Supporto a specifici progetti, sia assistenziali sia di ricerca, per l’ottimizzazione delle attività di sorveglianza e controllo della tubercolosi e di altre malattie trasmissibili di interesse in ambito sanitario per i lavoratori e soggetti equiparati (es., studenti di area sanitaria), presso l’UOS Sorveglianza Sanitaria dei Lavoratori 2, UO Medicina del Lavoro, Ospedale Policlinico San Martino.
  • 2015: Partecipazione alle seguenti attività:
    Comitato tecnico ex Legge 68/99 presso Città Metropolitana di Genova: inserimento lavorativo disabili.
    Legge 68/99: sopralluoghi in azienda in supporto al Servizio di Mediazione della Città Metropolitana di Genova a seguito delle istanze di esonero parziale dall’obbligo di assunzione di personale disabile.
    Effettuazione di sopralluoghi in azienda per la verifica delle condizioni di salubrità, rischi muscoloscheletrici, microclima.
    Sopralluoghi per lavori in sotterraneo: Grandi Opere infrastrutturali, nodo di Genova- terzo Valico.
    Analisi di dati aziendali, questionari e check-list per la valutazione dello stress lavoro-correlato.
    Valutazione di protocolli aziendali di promozione della salute, con particolare riferimento all’abuso di sostanze nocive (alcol e droghe) in ambito lavorativo per le mansioni a rischio.
    Analisi dei protocolli sanitari, valutazioni del rischio, relazioni sanitarie su dati anonimi collettivi, valutazioni del rischio infortunistico, indagini ambientali delle aziende nel territorio.
    Partecipazione a iniziative di formazione ed informazione in Corsi Regionali finalizzati alla redazione di linee di indirizzo regionale sul microclima e movimenti ripetitivi; AUDIT di Direzione per la valutazione delle metodiche applicate alle prestazioni sanitarie della S.C. PSAL: gestione lavoratori esposti e segnalazioni all’organo di vigilanza, malattie professionali, ricorsi avverso il giudizio del medico competente, la legge Regionale 20/99: la vigilanza sulle strutture sanitarie, revisioni e aggiornamenti, vigilanza sulla sorveglianza, sanitaria/rapporti con i medici competenti, iniziative di informazione strutturata.
  • Attività Scientifica:
    – Collaborazione nell’ambito del progetto di sorveglianza della salute dei Lavoratori “SOLARIS” patrocinato dall’Istituto di Medicina del Lavoro dell’Università degli Studi di Genova.
    – Collaborazione nell’ambito del progetto di sorveglianza della salute degli autotrasportatori “Iveco check-stop” patrocinato dal Dipartimento di Scienze della Salute (DISSAL) dell’Università degli Studi di Genova.
    – Partecipazione a progetti di ricerca nell’ambito della Sorveglianza Sanitaria del personale sanitario e soggetti equiparati, per la prevenzione del rischio biologico occupazionale da trasmissione di malattie prevenibili tramite vaccinazione, con conseguenti benefici in termini di tutela della salute, anche di terzi, e produttività in ambito aziendale.
    – Co-Autrice di articoli scientifici in extenso, comunicazioni orali, abstract/contributi in atti di congressi accreditati a livello nazionale ed internazionale.
    – Co-autrice delle «Schede tecniche e rischi per la salute» (a cura di F. Tomei e S.M. Candura) integrative dell’opera «Trattato di Medicina del Lavoro» (a cura di L. Alessio, G. Franco e F. Tomei; Piccin, Padova, 2015).
    – Attualmente membro della Società di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale (SIMLII).

Forse ti potrebbero anche interessare:

Aiuto Crisi economica

Aiuto Crisi Economica