Il nostro sistema nervoso autonomo metterà automaticamente in atto delle risposte difensive di tipo neuroendocrino (insulina e cortisolo), ma riuscirà solo fino a un certo punto ad adattarsi alle situazioni stressanti. Se non poniamo rimedio, ci saranno diversi effetti che porteranno all’incremento della produzione di ormoni dello stress e ad un cambiamento della composizione corporea impattando sul funzionamento della massa muscolare e scheletrica: le fibre muscolari cominceranno ad assottigliarsi e indebolirsi, stessa cosa accadrà alle ossa.

Data la persistenza dello stress nel tempo, si attiverà una sovrattivazione sistemica: muscoli e ossa dovranno avere il compito di fornire le loro energie e nutrienti per permettere al corpo di svolgere le sue funzioni.

Tuttavia questo è destinato a durare non per molto tempo: il sistema nervoso autonomo attiverà i cosiddetti Medically Unexplained Symptoms MUS, sintomi vaghi e aspecifici.