Il modo migliore per difendere il nostro organismo è prenderci cura di noi stessi, adottando uno stile di vita sano, consapevole e che favorisce i nostri sistemi di difesa naturali.

Ecco i nostri consigli: la messa in pratica di ognuno di essi rallenta il processo di invecchiamento e ci farà vivere meglio.

  • Respirare correttamente. Respirare è la prima cosa che abbiamo fatto quando siamo venuti al mondo, purtroppo spesso respiriamo in maniera inadeguata durante la giornata, qual è allora quella più corretta? Quella diaframmatica: inspiriamo dal naso per 5 secondi, attendiamo 2 secondi e dopodiché rilasciamo con la bocca per altri 5 secondi.

  • Idratare la pelle mantenendola tonica ed elastica.

  • Sostenere le difese immunitarie facendo uso di integratori ricchi di sostanze antiossidanti.

  • Praticare attività fisica (possibilmente prima del tramonto): running, sport di squadra, palestra, aerobica, passeggiare… sono tutte attività basate sul movimento: fanno bene al corpo e allo spirito. Qualche beneficio dell’attività fisica?
    favorisce la circolazione sanguigna;
    regola il sistema linfatico;
    incrementa la produzione di endorfine che abbassano la depressione;

ma ricordiamoci di non esagerare.

  • Seguire un alimentazione appropriata: arricchiamo i nostri pasti e spuntini di frutta e verdura.

Evitiamo i cibi eccessivamente elaborati e i pasti da fast food.

La frutta più consigliata? Agrumi, pesche, uva, albicocche, ciliegie, caki, mirtilli.

La verdura invece? Carote, spinaci, cavolfiori, broccoli, carciofi, verdura a foglia verde. E, quando ci sentiamo coraggiosi e non abbiamo particolari appuntamenti sociali, aglio, cipolla e peperoncino.

Per l’apporto adeguato di minerali, largo a legumi come piselli, lenticchie e fagioli.

Per quanto riguarda le porzioni ricordiamoci un antico proverbio cinese: “al mattino la colazione tienila per te, il pranzo dividilo con un amico, la cena regalala al tuo nemico”: la colazione deve essere abbondante, il pranzo un po’ meno, a cena invece meglio ridurre e non mangiare grassi e carboidrati. Questioni di metabolismo!

E non dimentichiamo di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Piccola nota sull’acqua: questo nutriente essenziale è il solvente delle reazioni metaboliche, regola il volume cellulare, consente il trasporto dei nutrienti e smaltisce i residui e gli scarti dei processi metabolici.

  • No al consumo abituale di alcolici. Accontentiamoci di un bicchiere di vino, ricco di polifenoli, a pasto e di qualche aperitivo con gli amici.

  • Per il consumo di farmaci: chiediamo sempre consiglio al nostro medico prima di procedere.

  • Evitare di fumare. Il tabacco aumenta gli stati infiammatori.

  • Abbronziamoci alla luce del sole, ma ricordiamoci di proteggere adeguatamente il nostro viso con una crema apposita. Facciamo attenzione al tempo di esposizione e non dimentichiamoci di idratare la pelle anche dopo.

  • Sorridere di più e pensare positivo: dobbiamo sentirci a nostro agio con noi stessi. Il benessere esteriore è determinato da quello interiore.

  • Allontanare le cause dello stress: se notiamo che i ritmi del nostro lavoro quotidiano diventano troppo frenetici e caotici, possiamo sempre rallentare. Diamo un ordine alle nostre priorità, facciamo piccole pause sul lavoro, ascoltiamo quello che il nostro corpo ci sta dicendo.

  • Sul piano delle relazioni sociali? Stare assieme ai nostri cari: condividiamo i momenti di relax e svago con loro. Seguiamo anche i nostri hobbies e cerchiamo di socializzare stando lontani dagli schemi dei nostri tablets e smartphones.

  • Per sentirci carichi di energia ogni mattina, dormire 7-8 ore a notte.

  • E infine, per sapere le conseguenze che la nostra vita porta alla nostra salute….. Sottoponiamoci agli esami diagnostici di analisi muscolo scheletrica e del sistema nervoso.